nasce da un lungo e travagliato percorso che ha preso forma grazie alla mia tenacia, alla mia passione, all’aiuto della mia famiglia.

Correva l’anno 1984 quando mi affacciai per la prima volta al mondo delle carni, scoprendo sin da subito la passione per quelle pregiate, dal sapore raffinato.

Nel 1988 nasce in un piccolo paesino della Sicilia occidentale la mia prima attività, Macelleria Morselli, una ‘’putiedda’’ (bottega, in siciliano trapanese) amata ed apprezzata dalla clientela per la bontà e la qualità dei prodotti.

Portai avanti questa prima impresa con dedizione e fermezza, finché un giorno non decisi di andare oltre il semplice lavoro dell’affettare carni, dando voce all’artigiano che è in me, e nel 2008 cominciai a creare e produrre di mia spontaneità degli insaccati di grandi qualità.

Iniziai a creare salumi, dapprima semplici e conosciuti, come la classica mortadella, denominata Regina Margherita, per il luogo in cui è stata prodotta; il prosciutto cotto chiamato ‘’Spiruni’’, salami e salsicce secche.

Ma con il tempo ho imparato che il lavoro dell’artigiano ha bisogno di ricerche continue, di sacrifici, di ansie di non riuscire a farcela.

È un mestiere che richiede grinta, invenzione, passione, pazienza... caratteristiche che, nonostante le diverse difficoltà, non mi sono mai mancate.

Ecco che infatti non mi fermo, non ci si ferma mai, e sono alla ricerca costante di gusti e sapori che possano soddisfare e incuriosire i clienti; mi ritrovo a produrre prosciutti cotti di pecora, di asina, mortadelle di vario gusto, da quelle con origano e pomodoro secco, a quelle con mandorle tostate e arance amare, a quelle con olive nocellara del Belice; per poi passare ai salami con noci, pistacchio,…

E chi si ferma più?

Oggi grazie all’appoggio e, soprattutto, all’aiuto dei miei due figli Giovanni e Samantha, che stanno credendo nella realizzazione di questo nuovo progetto, impiegando parte del proprio tempo, stiamo riuscendo a coronare un grande sogno, che possa essere solo l’inizio di nuove idee.

La voglia di crescere è tanta, e spero che anche voi decidiate di essere un po’  Nobili nella scelta dei cibi da mettere sulle vostre tavole.